Moccia, il nuovo episodio di Twilight e il terrorismo psicologico: Parte III

La cosa più pericolosa della saga di Twilight è la sua autrice; cosa comune, del resto, a tutto l’orrido letterario-celluloso che viene dato in pasto ai media in modo da essere trangugiato dalle giovani (ma a volte nemmeno troppo) menti mentecatte dei bimbominkia. Tale Stephenie Meyer è la mente diabolica che si cela dietro le fantastiche avventure dei vampiri che tutti oggi conosciamo. Tralasciando il tema principale della saga, concetriamoci sul background socio-culturale che ha formato questa geniale autrice. Stephenie è cresciuta in una famiglia mormona, educata “mormonamente” e ha frequentato una università mormona. In pratica, è una fanatica religiosa. Cosa significa essere vittima di tutto ciò da quando il tuo cervellino è vuoto pronto per essere riempito di stronzate? Significa questo, questo e soprattutto questo ! In pratica: regole ferre di abbigliamento, comportamento, preghiera religiosa e… sull’utilizzo di internet, visto che è un mezzo di conoscenza e potresti venire a sapere che hai sprecato la tua vita senza mai farti una sega. La cosa grave, che è al centro di questa mia mini-inchiesta sull’orrido mediatico, è che pure lei è convinta di ciò che dice e fa ! La cosa da comprendere è: come mai una persona del genere abbia potuto scrivere la più grande puttanata letteraria della storia (si, più del Codice da Vinci) e sia penetrata nelle teste delle giovincelle moderne, sempre più aperte di mente e di cosce, come società impone? Come è possibile che un libro scritto da una che non poteva bersi una coca cola e mettere una mini gonna, educata in un mondo perfetto, fatto di persone perfette, pulite, sorridenti, ipocrite, ottuse, ignoranti e bigotte? Terrorismo psicologico, semplice. Le analogie tra la storia di Twilight e la nascita del mormonismo (storia che viene battuta, secondo me, solo da quella di Scientology) sono tantissime. La visionarietà e la stronzata mega-galattica di infilarci i vampiri (povero Dracula) per raccontare una storia dove anche il più cattivo dei cattivi è in fondo buono, dove l’amore trionfa, l’amico non te lo mette mai in culo e il matrimonio è il compendio perfetto di una vita fatta di frustrazioni, è il progetto perfetto per la conquista del mondo. Dare ancora la possibilità a tali sfigati di divulgare queste stronzate psicoparanoiche in modo massivo è come dare di nuovo la possibilità di educare i bambini alle maestrine dell’asilo Cip e Ciop.

Si ringraziano le malvestite per lo spunto di questo pezzo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...